IMG_1856

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO DI FORMAZIONE ALLE ISTITUZIONI EUROPEE A STRASBURGO

Il viaggio di istruzione alle Istituzioni Europee, quest’anno arrivato alla Undicesima Edizione, promosso dall’ADEC (Associazione Docenti Europeisti per la Cittadinanza) e dal PES (Parlamento Europeo degli Studenti) e aperto alla partecipazione di altre Scuole con cui si è attivata una collaborazione stabile nei progetti dedicati all’Educazione alla Cittadinanza Europea, è un fatto di straordinario valore educativo per quanti hanno avuto la possibilità di parteciparvi negli anni passati. Il viaggio è concepito come momento itinerante di formazione alla Cittadinanza Europea, che prevede non solo la visita e la partecipazione attiva (per quanto consentito) ai lavori del Parlamento Europeo in sessione plenaria, ma anche l’incontro con parlamentari europei italiani con cui gli studenti possono dialogare e confrontarsi, nonché lezioni che illustrano alcuni aspetti fondamentali della storia dell’Europa e dei valori su cui si fonda l’Unione Europea. In secondo luogo, la partecipazione al viaggio è pensata come un lavoro di preparazione e di formazione interattiva tra studenti e docenti sui temi della Cittadinanza Europea e sul valore e funzionamento delle Istituzioni dell’Unione Europea. Infatti, al viaggio sono stati ammessi quei docenti e studenti che si sono coinvolti nel Progetto “Parlamento Europeo degli Studenti” o nei “Laboratori Permanenti per l’Educazione alla Cittadinanza Europea”, cioè gli studenti che si sono coinvolti nel progetto “Europa Ludens” . Ogni viaggio è stato una entusiasmante avventura di formazione sui valori dell’Europa e di valorizzazione delle risorse degli studenti, in un clima di amicizia, di incontro e di accoglienza assolutamente unico e irripetibile. Negli ultimi anni si è aggiunta la possibilità di incontrare anche gli operatori del Consiglio d’Europa e della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo con grande arricchimento e soddisfazione degli studenti partecipanti. Infine, si è sempre curata la dimensione storica proponendo visite al Campo di Concentramento di Natzwiler-Struthof, come occasione di riflessione sulla tragedia da cui è nata la nuova Idea di Europa.

L’interazione con le Istituzioni

In questi anni il PES, coadiuvato dall’ADEC, ha voluto interagire con le Istituzioni, che sono state per noi sempre un punto di riferimento accogliente, attento e disponibile. Abbiamo sempre trovato interesse e disponibilità: perché le Istituzioni? Perché esse rappresentano il livello maturo e tangibile di incarnazione dei valori, condiviso dalla collettività e capace di prendersi cura della dimensione comune del bene. Nell’Istituzione si incarna il senso civico del popolo, la cultura nobile della polis, il senso etico di responsabilità sociale, la tradizione e la memoria storica dell’ethos del popolo. Quasi sempre nelle Istituzioni abbiamo potuto toccare con mano queste dimensioni e i giovani ne sono tornati, da questi incontri, arricchiti e formati. Si è così sciolto quel muro di indifferenza che spesso si crede ci sia tra i giovani e le Istituzioni: quando queste mostrano il loro volto educativo, allora i giovani sono molto interessati a conoscerle a ad interagire con esse.

Il viaggio come esperienza di apprendimento

Per incontrare bisogna viaggiare, uscire dai propri schemi e fare l’esperienza dell’ospite. Fare l’esperienza dell’ospite è fare esperienza della “sospensione” e del fatto che la nostra vita non ci appartiene totalmente, non ne siamo i despoti, ma solo i custodi. L’ospite è colui che ci comunica l’esperienza del dono. Il viaggio è molto importante nella nostra esperienza perché il viaggio è una esperienza globale, che coinvolge totalmente e costringe a condividere con i compagni tutto: vengono fuori tutte le debolezze e le ricchezze dell’io in relazione. Il viaggio costringe a cambiare i propri schemi perché è sempre un po’ morire a se stessi (a una immagine ridotta di sé) e una sfida a incontrare l’altro il diverso da sé come parte vera di sé, il Tu come verità di sé. Il viaggio è inoltre esperienza conoscitiva che verifica nella realtà ciò che si è appreso astrattamente: fa percepire che la realtà è sempre più grande e sempre diversa da come me l’ero immaginata studiandola sui libri.

Di seguito il calendario e i moduli per iscriversi:

VIAGGIO STRASBURGO OTTOBRE 2015