Resoconto 06/03/11

Salve ragazzi, il Laboratorio di Rovigo si è appena incontrato venerdì pomeriggio, 4 marzo e i ragazzi presenti hanno lavorato per predisporre una breve presentazione sugli argomenti scelti dai vari gruppi in modo da poter relazionare sulle loro attività all’Assemblea Plenaria del 14 marzo a Padova.
Un gruppo ha lavorato sul tema dell’acqua e ha approfondito la normativa di riferimento dalla legge Galli del 1994 alla legge Ronchi del 2009. Per cercare di capire meglio la complessa questione della gestione dell’acqua, i ragazzi hanno incontrato il dott. Sedana, Direttore della Società Polesine Acque, e la dott.ssa Rossi, responsabile dei rapporti di tale società con il pubblico: mercoledì 2 febbraio si è svolto un incontro con i relatori, i ragazzi del PES e alcuni studenti di classe seconda dell’ITC “E. De Amicis” di Rovigo che stanno lavorando sul tema dell’acqua in orario curricolare per lo svolgimento di una unità di apprendimento. L’incontro, svoltosi in Aula Magna, ha permesso ai ragazzi di chiarire alcuni dei tanti aspetti di questa delicata e attualissima tematica.
Un secondo gruppo ha scelto di lavorare sul tema dei “Popoli senza confini”. Le tre ragazze hanno analizzato la situazione dei Rom in tre paesi europei: Italia, Francia e Spagna; inoltre hanno potuto ampliare la loro attività di approfondimento partecipando all’incontro sui Rom organizzato nell’ambito delle conferenze preparatorie di Europa Ludens 7, che quest’anno ha appunto proposto a dicembre un incontro con don Albino Pizzetto e il mediatore culturale Carlo Berini dell’Associazione Sucar Drom, che si occupa di percorsi di interazione tra comunità Rom e Sinti. Per sviluppare ulteriormente il tema, le ragazze che hanno partecipato ad Europa Ludens 7 hanno lavorato con un gruppo di studenti per redigere una petizione a sostegno dei diritti umani dei Rom, petizione che è stata inviata a diverse sedi istituzionali, tra cui il Parlamento Europeo, che l’ha ricevuta ed iscritta nel ruolo generale (n. 0164-11): la lettera ufficiale conferma che la petizione seguirà l’iter, verrà, cioè, trasmessa alla commissione che si pronuncerà sulla sua ricevibilità.
Un terzo gruppo ha scelto l’argomento del Volontariato, dopo aver scoperto che il 2011 è l’Anno europeo del Volontariato. I ragazzi hanno svolto una ricerca sulle associazioni di volontariato attive sul territorio a livello locale. La scuola aveva ricevuto all’inizio dell’a.s. una proposta di progetto di collaborazione con il Centro di Servizi per il Volontariato di Rovigo. Quindi i ragazzi hanno contattato il CSV e si sono messi in contatto con un volontario, Francesco Casoni, che si è reso disponibile ad incontrarli per parlare con loro delle attività del centro. Sempre il 2 febbraio, nel pomeriggio, due volontari del CSV hanno tenuto un incontro con questo gruppo del PES e insieme ai ragazzi hanno discusso sulla realtà del volontariato a Rovigo. I ragazzi del PES stanno, ora, cercando di realizzare un breve documentario con interviste a volontari che collaborano con alcune associazioni locali.
Infine un altro gruppo ha scelto di approfondire il tema “Youth on the move” e un ultimo gruppo sta lavorando sul tema delle adozioni e ha fatto ricerche sulla normativa italiana e sulla sua complessità.

Il laboratorio Pes all’istituto De Amicis

Prima dell’inizio del nuovo a.s. 2009/2010 due studentesse, Laura Maggiolo e Selenia Sartore, attualmente in classe

4^B MERCURIO, hanno preso parte al Corso di formazione per Junior Tutors che si è svolto a Neumarkt dal 31 agosto al 5 settembre e sono tornate da quella esperienza molto motivate a continuare il percorso di formazione intrapreso, soprattutto con una grande voglia di stimolare alla partecipazione attiva altri compagni dell’ITC De Amicis e delle altre scuole di Rovigo che partecipano oramai da tre anni alle attività di Europa Ludens.
Quindi le due ragazze con la docente tutor, prof.ssa Paola Malengo, hanno preso parte al primo incontro del PES a Padova il 30 settembre scorso e, a seguito di una discussione con altri docenti tutor delle scuole di Rovigo, hanno proposto la costituzione di un laboratorio permanente che dovrebbe coinvolgere studenti delle tre scuole di Rovigo – ITC De Amicis (Scuola polo per l’educazione alla cittadinanza e diritti umani), ITG Bernini e IPSIA – in attività di conoscenza ed approfondimento sulle istituzioni locali – Comune e Provincia.
Inoltre le due studentesse e la docente tutor hanno incontrato la Dirigente Scolastica del De Amicis, Dott.ssa Giuseppina Papa, e hanno proposto di organizzare nell’Aula Magna dell’Istituto una serie di presentazioni per far conoscere agli studenti delle classi seconde, terze e quarte i progetti europei che il nostro Istituto intende proporre nel nuovo a.s.: Europa Ludens 6, PES e due progetti Comenius.
Tale attività di informazione si è svolta lo scorso mercoledì 21 ottobre e il risultato è stato incoraggiante, soprattutto per la risposta positiva di una quindicina di studenti di classe seconda e terza che hanno espresso il desiderio di prendere parte al laboratorio permanente del PES che verrà organizzato presso l’ITC in orario extracurricolare, probabilmente con cadenza mensile.
Il cammino per promuovere l’educazione alla cittadinanza attiva e ai diritti umani nella scuola è lungo e richiede molto tempo e grande determinazione; bisogna insistere e coinvolgere gli studenti la cui voce e il cui esempio di attivismo, di presa di coscienza e di responsabilità sono i migliori strumenti per fare leva sugli altri ragazzi, stimolandoli alla partecipazione e avviandoli, così, ad un percorso di conoscenza di sé e della realtà, attraverso la ricerca del significato di tutto per assumersi la propria responsabilità rispetto agli altri e essere protagonisti nella vita

Nell’istituto De Amici è stato creato un laboratorio di formazione aperto a tutti gli studenti interessati a scoprire le istituzioni locali: il laboratorio ha avviato un percorso di sensibilizzazione degli studenti alla partecipazione attiva e al confronto al fine di diffondere la coscienza della cittadinanza europea e gli ideali fondamentali del vivere civile come la democrazia, la pace e il rispetto dei Diritti Umani, la tolleranza religiosa, la disponibilità al Dialogo Interculturale e all’integrazione.